Sostituzione Badante Estate

Estate E Sostituzione Badanti

Con l’arrivo dell’estate chi ha un familiare non autosufficiente comincia a pensare alla sostituzione badante. AES Domicilio opera a Lecco, Como, Monza e in tutta la Lombardia Come gestire le assenze della badante nei giorni di riposo, durante le ferie, quando ha bisogno di allontanarsi qualche giorno per motivi familiari soprattutto adesso che arriva l’estate?

Aes Domicilio organizza nel più breve tempo possibile il servizio di “sostituzione badante” (Assistente Familiare) durante il suo giorno di riposo o nei periodi di assenza per garantire l’efficienza del servizio e la continuità per i vostri cari.
Aes Domicilio per una migliore ed efficace gestione del servizio di assistenza, in caso di urgenze o necessità dispone di badanti di integrazione qualificate anche una tantum o poche ore la settimana. Il sevizio può essere utile sia per chi ha già da tempo badante convivente sia per le famiglie che stanno facendo il primo o un nuovo inserimento.

L’assistito, anziano o disabile, è una persona che necessità sia di servizi socio-sanitari qualificati, ma anche di un’assistenza pratica e quotidiana.
Nel caso di inserimento di una nuova badante in famiglia è consigliato un percorso di accettazione, che nella fase iniziale è fondamentale per creare fin da subito i presupposti migliori per la convivenza e per il benessere dell’assistito. In casa è importante permettere al proprio caro di non rimanere isolato ma di partecipare alla vita famigliare quotidiana: parlare, discutere insieme, vedere la televisione, leggere il giornale, fare una partita a carte, fare una passeggiata e una badante adeguatamente formata e seguita è fondamentale per il vero benessere dell’assistito e la serenità della famiglia.

Avere a disposizione una badante sostitutiva significa non solo garantire il servizio in modo continuativo, ma permette alle famiglie stesse di andare in ferie e non restare vincolate in casa.

Efficienza immediata e puntualità sono i nostri punti di forza affinché i nostri utenti siano sempre soddisfatti 365 giorni l’anno e non debbano temere mutamenti bruschi o stravolgimenti della propria quotidianità. Aes Domicilio cerca di colmare in tutto e per tutto queste problematiche e si aggiorna continuamente inserendo servizi e assistenza per ogni tipo di evenienza.

Sei alla ricerca di una badante e vuoi informazioni sul costo di una badante?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (agenzia badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Badante a Lecco, Badante Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia: Badanti Bologna, Agenzia badanti Modena ed in molte altre province del Nord Italia.

La Badante assistito ruolo famiglia

Rapporto badanti e famiglia dell’anziano

Per il Censis attualmente «una famiglia su dieci è badante-dipendente» e senza loro molti sarebbero costretti a ricorrere ad ancor più costosi ricoveri che in tempi di crisi diventano proibitivi.

Badanti e famiglie: la badante è imprescindibile

Si afferma quindi l’idea della figura della badante come parte integrante della pianificazione familiare, come qualcuno che a pieno titolo entra a far parte del nucleo familiare anche se affidare ad uno sconosciuto la gestione dell’abitazione e dei beni (oltre che della propria persona) rimane una decisione sofferta. Qualche dubbio resta sempre, ma chiaramente dipende da caso a caso il rapporto che si instaura con il proprio caro e con il resto della famiglia. Trovare la persona giusta può così diventare un terno al lotto. D’altronde, in Italia manca un vero sistema che seleziona, esclude e controlla.

AES domicilio agenzia badanti è ciò che fa per voi: manda una badante a casa vostra solo dopo averla accuratamente scelta per le vostre esigenze. Per far fronte ai numerosi disagi in cui si può incorrere, è stato stilato un vademecum per spiegare ad entrambe le parti (datore e famiglia) come comportarsi in un rapporto di lavoro di assistenza domiciliare. Oltre alle questioni burocratiche e ai tariffari, infatti, si raccomanda di non fare uso del rischioso passaparola per cercare badanti, ma di rivolgersi ad agenzie.

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano, Agenzia badanti Monza e Brianza, Como, Lecco, Bergamo e Pavia.
Siamo anche presenti in tutto il Nord Italia, attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia Romagna: Agenzia Badanti Modena e Bologna ed in molte altre province del Nord Italia.

Non è semplice trovare una soluzione che si addica ad ogni specifica esigenza, non è semplice individuare una via che vada bene per tutti i destinatari del servizio: una badante che sappia assistere, un datore che sappia far fronte ad ogni problema, una famiglia che sappia gestire un nuovo componente in famiglia senza dimenticare le esigenze del proprio caro!

L’assistenza agli anziani è caratterizzata da complesse sfide sociali ed emotive, oltre a quelle mediche, sia nel rapporto con l’anziano che con i loro parenti, pertanto richiede importanti adeguamenti nella vita di tutti coloro che si assumono una tale responsabilità.

Sei alla ricerca di una badante?

Chiama AES DOMICILIO!

 

Riposo della badante

Il riposo della badante: cosa prevede il contratto

Il riposo della badante: cosa prevede il contratto

Analizziamo gli aspetti relativi alle ore di riposo nel contratto di lavoro delle badanti.

Il lavoro della badante, spesso, è confuso come un “lavoretto domestico” e per il fatto che venga a svolgersi all’interno delle mura di una casa appare meno faticoso, e meno “importante”. Questa un’opinione completamente sbagliata.

La burocrazia contrattuale, negli ultimi anni, ha mostrato attento interesse nei riguardi della crescente richiesta di lavori domestici, ed in particolar modo del lavoro della badante, dato il costante aumento della popolazione over 70 che in Italia sta avvenendo. Per interesse si intende una particolare manovra tesa a disciplinare minuziosamente non solo gli orari di lavoro delle badanti, il compenso spettante, il tipo di ore lavorative, i contributi, ma anche e soprattutto l’arbitrio delle ore di riposo.

Prima del 4 Gennaio 2018, chi prestava assistenza H24 (badante convivente) presso un anziano o una famiglia, era tenuto obbligatoriamente ad accettare la possibilità di “vitto e alloggio” che la famiglia o l’anziano proponeva, con lo scopo di mantenere la badante pur sempre entro i “recinti” domestici, e dunque pur sempre rendendola disponibile, anche quando sarebbe potuta non esserlo.

La sentenza n. 24 del 4 gennaio 2018 con cui la Corte di Cassazione ha esteso anche al lavoro domestico il diritto al riposo giornaliero fissato a 11 ore consecutive. La conseguenza più evidente (e che sta suscitando grande interesse da ambo le parti coinvolte nel contratto di lavoro domestico) è proprio quella che richiede due persone per coprire il turno di giorno e di notte.

Il caso di specie riguardava una Onlus di Lecco, amministrata da religiosi, che forniva personale per l’assistenza familiare H24 sull’assunto che le ore di riposo dei dipendenti non dovessero essere necessariamente consecutive.

I giudici però hanno dato ragione alle badanti facendo peraltro appello al decreto legislativo 66 del 2003 che ha recepito la direttiva comunitaria sull’orario di lavoro e che prevede per tutti i lavoratori il diritto alla “fruibilità in modo consecutivo” delle undici ore di riposo minimo giornaliero, “fatte salve le attività caratterizzate da periodo di lavoro frazionati durante la giornata o da regimi di reperibilità”.

Chi trasgredisce a questo diritto, oltre a multe salate (nel caso di specie una sanzione da 13.620 euro che però dovrà essere ricalcolata in conseguenza di alcuni cambiamenti legislativi intervenuti nel corso della causa), rischia una denuncia per sfruttamento della manodopera.

Insomma, vediamo come la burocrazia contrattuale abbia ancora una volta, sebbene con i suoi tempi ed i suoi modi, fatto luce su una questione latente, che però stava pian piano diventando una questione di fondo molto preoccupante, e che avrebbe potuto inficiare lo stesso “status” di lavoratore o lavoratrice domestica.

Sei alla ricerca di un aiuto per la gestione delle ore di riposo della tua badante?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano), Monza e Brianza, Como, Lecco, Bergamo, Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Friuli Venezia Giulia: Agenzia Badanti Gorizia , badante Udine, Trieste ed in molte altre province del Nord Italia.

badanti Bologna

Nuovo sito web Franchising Bologna

In linea il nuovo sito web per la provincia di Bologna.